Tempo al tempo

Occhi su altri paesaggi, orecchie su altre frequenze.

Ascoltare l’onda che sbatte
tra le mie mura, il rimestare spumoso
sempre antico sempre nuovo nel gioco
di maree dal seno al pube:
asseconda interni cicli lunari il moto
dei passi ad ogni bagno di realtà.

Sentire polmoni stomaco e sesso
inquieti in acque inquiete – ma chiare;
altresì, chiaramente percepire, all’ombra
di se stesso, arroccato il cuore.

Tempo al tempo, imparo a pazientare.
Aspetto l’onda che sovrasta, la fortezza che si inabissa:
il sentimento liberato.

L.

la grande onda di kanagawa hokusai 1829-1831

La grande onda di Kanagawa – Hokusai, 1829-1831

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...