Affacciato al balcone del tuo desiderio

Affacciato al balcone del tuo desiderio,
nella luce sottile del giorno
che chiede tregua e si nasconde,
con un occhio chiuso a sbirciarti dentro,
a concentrarti sul tuo battito del cuore,
fumi;
con l’altro aperto spii la mia intimità,
entri nelle stanze private,
rompi il segreto della nudità,
scuci le tende di piombo.
Ma la sigaretta brucia e bruciano
l’eccitazione il voyeurismo il desiderio
ed io con loro sul palco delle fini
imposte, alla luce del giorno.

Tu dentro la tua finestra chiusa,
io dentro la mia finestra aperta:
e mentre si fa specchio l’assenza del vetro,
con le mani, triste, cerco di colmare
le mie falesie morte.

L.

Camille Claudel, La valse

Camille Claudel, La valse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...